ITALIANOINGLESE

Notizie
​Ultime sentenze: Impiegato fannullone? Il datore di lavoro può licenziare grazie alle prove dell’investigatore privato

Autore / Fonte:
​Ultime sentenze: Impiegato fannullone? Il datore di lavoro può licenziare grazie alle prove dell’investigatore privato
Con la sentenza n. 21888/20, pubblicata il 9 ottobre dalla sezione lavoro della Cassazione, si torna a parlare della validità delle prove nell’ambito dei contenziosi in materia di licenziamento, raccolte grazie all’intervento degli investigatori privati da parte del datore di lavoro sull’operato dei dipendenti.
Nel caso specifico si parla di un fattorino “fannullone”, la cui mansione era quella di consegnare la corrispondenza, ma ciò avveniva in maniera discontinua. Oltretutto il dipendente era costantemente in ritardo senza giustificato motivo, e non eseguiva le direttive dei suoi superiori in maniera tempestiva, provocando un grave disservizio all’utenza dell’azienda per cui lavorava.
Il licenziamento in questo caso risulta legittimo, poiché il dipendente non osservava gli obblighi e i doveri di servizio.
Il datore può ricorrere sia a risorse interne all’azienda per verificare il corretto adempimento delle prestazioni lavorative dei dipendenti o può rivolgersi a degli investigatori privati specializzati nella tutela del patrimonio aziendale, nel rispetto dello Statuto dei Lavoratori.
Citando Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, “non solo le aziende private ma anche gli enti pubblici arruoleranno sempre più spesso detective privati per mettersi alle calcagna dei dipendenti fannulloni”.
 
Fonte giornaledipuglia.com


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONI PER INFEDELTA' SOCI E DIPENDENTI