ITALIANOINGLESE

Notizie
ZONE ROSSE E DIVIETI, MA I TRADIMENTI NON SI FERMANO

Autore / Fonte:
ZONE ROSSE E DIVIETI, MA I TRADIMENTI NON SI FERMANO
Come è noto, il DPCM 3 Novembre ha istituito le zone Rossa, Arancione e Gialla, per attuare restrizioni circoscritte e personalizzate per il nostro Paese. L’assegnazione delle Zone spetta al Ministero della Salute, che decreta in relazione all’analisi di diversi indicatori della diffusione della pandemia, come ad esempio la saturazione ospedaliera, i dati giornalieri dei contagi, i trend del rapporto di tamponi positivi, RT e altro.
Ciò porterebbe a pensare che l’infedeltà ed i tradimenti siano in calo, rispetto al passato. Ma non è così.
Secondo Alex Fantini, fondatore di Incrontri-Extraconiugali.com, infatti, è solo cambiato il modus operandi degli infedeli.
È semplice: basta fare variazioni orarie nella Zona Gialla, prediligendo la pausa pranzo, o scegliere l’amante nel proprio comune di residenza, se si è nella Zona Arancione. E se si è nella Zona Rossa? Pur potendosi muovere solo per comprovate esigenze lavorative o di salute, si continua a tradire senza significativi cali di percentuale. Tanto per iniziare i rapporti extraconiugali tra colleghi spesso non vengono scalfiti da questo tipo di restrizione, avendo la motivazione per potersi incontrare, ma c’è addirittura chi vive queste limitazioni come una sorta di roulette russa, che alimenta l’adrenalina che il proibito dà.
È un po’ come fare sesso non protetto, racconta Fantini, che essendo pericoloso per alcuni è più piacevole.
Un comportamento decisamente preoccupante, soprattutto per i coniugi traditi, ignari dei rischi che anche loro corrono di conseguenza.
Si inizia sicuramente dal tradimento virtuale, ma molti sentono poi l’esigenza di concretizzare, di incontrarsi, godendo della sensazione adrenalinica dell’azzardo.
E proprio a proposito di azzardo, sono proprio i dipendenti dal gioco, secondo le statistiche raccolte dal portale di Fantini, a tradire maggiormente, in questo periodo di lockdown, e nello specifico a tradire sono ben 8 giocatori maschi su 10 e 7 giocatrici donne su 10. Essendo chiuse le sale scommesse, è un modo per sentire alta l’adrenalina, e cercare il rischio di cui sono dipendenti.
Oltretutto le restrizioni acuiscono le crisi coniugali, a causa del maggior tempo trascorso insieme, e quindi per molti è necessario evadere, sfogarsi fuori casa.
Il modo più efficace per scoprire un tradimento resta sempre quello di rivolgersi ad una agenzia investigativa, che può operare con sicurezza e con le opportune autorizzazioni per potersi muovere anche in zona rossa, producendo foto e video del tradimento e un dossier dettagliato dei movimenti del traditore, tutti elementi dal valore probatorio, se si decidesse di procedere legalmente.


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONE PER INFEDELTA' CONIUGALE

----