ITALIANOINGLESE

Notizie
Uomo scopre dopo 20 anni che i figli non erano i suoi: risarcito dalla moglie con 150.000 euro

Autore / Fonte:
Uomo scopre dopo 20 anni che i figli non erano i suoi: risarcito dalla moglie con 150.000 euro Un imprenditore umbro, dopo la separazione con la moglie, per venti anni aveva versato il mantenimento ai figli, che però non erano i suoi.
La coppia si era sposata negli anni ‘90, un cosiddetto “matrimonio riparatore”, e si era separata agli inizi degli anni 2000, dopo che il marito aveva scoperto i tradimenti della moglie.
L’uomo si è comunque occupato del mantenimento dei figli per venti anni, e nel corso della procedura è stato effettuato il test del DNA, visto che l’uomo continuava a nutrire dei dubbi, facendo venire a galla la triste verità.
Nel 2018, quindi, è stato avanzato il disconoscimento formale della paternità. Secondo l’avvocato dell’uomo, la vicenda costituisce un illecito endofamiliare, poiché la moglie ha messo in atto un comportamento illecito, mentendo sulla paternità dei figli.
Il Tribunale di Perugia ha così sentenziato in primo grado: la donna dovrà risarcire l’uomo versandogli 150 mila euro, a fronte del danno da egli subito, mantenendo per venti anni dei figli non suoi, nati dai tradimenti della donna. 
Lo stesso tradimento è vietato dalla legge, e costituisce un illecito civile. Generalmente l’unica conseguenza del tradimento è l’addebito nella separazione, ma in alcuni casi il coniuge tradito può ottenere il risarcimento dei danni subiti. Ciò avviene quando il tradimento causa discredito sociale e lesione dell’onore e della dignità della vittima, compromettendone anche la salute psicofisica.
Non molti sanno, infatti, che se il partner ha una relazione extraconiugale “alla luce del sole”, della quale sono a conoscenza amici comuni o colleghi, dimostrarne l’esistenza con delle indagini investigative ha una duplice funzione. Permette infatti non solo di ottenere l’addebito in fase di separazione, ma anche un eventuale risarcimento, per la cifra quantificata dal giudice.
 
Fonte: ilmessaggero.it


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONE PER INFEDELTA' CONIUGALE