ITALIANOINGLESE

Notizie
UN SELFIE PUBBLICATO SU FACEBOOK PUO' PROVARE IL TRADIMENTO?

Autore / Fonte:
UN SELFIE PUBBLICATO SU FACEBOOK PUO' PROVARE IL TRADIMENTO? Il tradimento può comportare l’addebito della separazione quando è effettivamente dimostrato e abbia avuto un ruolo determinante nella crisi coniugale.
Nel caso che ci interessa, la Corte d’Appello dell’Aquila con la sentenza n. 2060 del 16.12.2019 ha chiarito che i selfie e le fotografie ambigue non bastano a provare il tradimento.
La Corte ha stabilito che per esserci il tradimento le fotografie, a sostegno, devono mostrare un atteggiamento intimo e di particolare vicinanza tra le parti.
Quindi anche ritrarre il presunto amante nudo sul letto coniugale non rappresenta per i giudici della Corte d’Appello un tradimento (sic!).
Come noto il tradimento, se debitamente provato, può comportare l’addebito della separazione e pertanto conseguenze quali ad esempio la revoca della donazione fatta in favore del coniuge adultero.
Il tradimento può integrare altresì un illecito civile e determinare il risarcimento del danno non patrimoniale al coniuge che lo subisce qualora dall’adulterio derivi uno sconvolgimento emotivo che incide sulla salute o sulla sua dignità personale. Ad esempio, nei piccoli centri farsi vedere in pubblico in atteggiamenti equivoci e dare quindi adito a pettegolezzi procurando così discredito e vergogna.
La sentenza ha chiarito, evidentemente, che il fai da te per dimostrare un tradimento comporta qualche rischio in merito alla prova.
Le agenzie investigative, in caso di dubbio da parte del coniuge, operano in modo da intercettare non solo comportamenti ambigui ma vere e proprie prove quali scambio di baci, notti passate insieme e atteggiamenti inequivocabili che vengono cristallizzati mediante foto e video e testimonianza dell’investigatore. Tutto nel rispetto della privacy e limitatamente al conferimento di incarico.

https://www.ilsole24ore.com/art/il-selfie-l-amante-non-basta-all-addebito-separazione-ACvRB8BB
 


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONE PER INFEDELTA' CONIUGALE