ITALIANOINGLESE

Notizie
TROPPE MULTE: 1 DIPENDENTE AMA SU 5 IN MALATTIA PER STRESS

Autore / Fonte:
TROPPE MULTE: 1 DIPENDENTE AMA SU 5 IN MALATTIA PER STRESS
Tra gli ispettori di Ama, incaricati di effettuare le multe ai trasgressori delle regole sulla raccolta dei rifiuti, si registra un tasso di malattia molto elevato, maggiore perfino di quello, già elevatissimo, dell’Ama in generale. Secondo un’analisi della Uil di Roma, circa il 15,3 % nel primo trimestre e il 14,2% nel secondo degli ispettori si sono assentati dal lavoro per malattia. La causa primaria delle assenze, riferisce Alessandro Bonfigli, coordinatore della Uil-Trasporti del Lazio, sarebbe riconducibile allo stress esperito dagli accertatori nello svolgimento delle proprie mansioni sanzionatorie. Talvolta, viene addirittura scritto sui certificati medici presentati dai lavoratori, oltre a esaurimento e affaticamento. Tale stress sarebbe causato non tanto dal fatto di assegnare multe per i rifiuti lasciati in strada, quanto dall’elevata quantità di insulti ricevuta dagli ispettori durante tali mansioni. La lentezza della raccolta dei rifiuti nella Capitale non aiuta: spesso si creano situazioni paradossali in cui gli ispettori assegnano multe per sacchi abbandonati all’esterno di un cassonetto non svuotato da troppo tempo. L’elevato stress sarebbe causato anche dal fatto che, nonostante ci sarebbero 250 dipendenti Ama abilitati ad effettuare le sanzioni, solamente 38 vengono mandati in strada.
Attestare uno stato di malattia dovuta a stress può essere molto difficile. Come nel caso della depressione, infatti, il lavoratore potrebbe non essere tenuto al rispetto dell’orario di reperibilità e potrebbe essere incoraggiato dal medico stesso a svolgere svariate attività all’esterno. Se è facile valutare un comportamento non compatibile o in grado di ritardare la guarigione in caso, ad esempio, di mal di schiena, risulta di difficile valutazione un comportamento non compatibile con una malattia da stress. Per questo motivo è necessario, nel pieno rispetto della privacy e dello Statuto dei Lavoratori, rivolgersi ad un’agenzia investigativa che attraverso pedinamenti e appostamenti continuativi sarà in grado di verificare la condotta del lavoratore e portare alla luce eventuali casi di malattia fraudolenta.


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONI ASSENTEISMO E MALATTIA