ITALIANOINGLESE

Notizie
TRADIMENTO: SECONDO GLI ESPERTI NEANCHE LE RELAZIONI APERTE POSSONO EVITARLO

Autore / Fonte:
TRADIMENTO: SECONDO GLI ESPERTI NEANCHE LE RELAZIONI APERTE POSSONO EVITARLO

Oggi molte coppie si sono allontanate dal modo “classico” di intendere il rapporto d’amore. Il dialogo è migliorato, ed è aumentata la voglia di libertà dei partner. Sono sempre di più coloro che vivono storie sentimentali non-monogame o poliamorose, con serenità e felicità.

Eppure, l’infedeltà continua ad essere un problema insormontabile, anzi: in costante aumento. Il tradimento è ancora un argomento che scandalizza ed indigna, e che non può non provocare un forte dolore a chi lo subisce, nonostante la nostra sembra essere un’epoca più progressista, in tal senso, rispetto al passato.

O forse l’indignazione deriva proprio dal quesito: perché tradire se si può scegliere di vivere, ad esempio, una relazione aperta?

Be’, secondo gli esperti, la non-monogamia negoziata non è certo l’antidoto moderno all’infedeltà.

L’infedeltà può riguardare qualsiasi relazione, anche la più libera e aperta. Questo perché anche le relazioni non-monogame si basano su un accordo tra i partner, ed il venir meno a questo accordo è già una forma di tradimento, come affermato anche da Tammy Nelson, autrice di Open Monogamy e When You're the One Who Cheats ed esperta di relazioni per Ashley Madison.

Se nei rapporti d’amore classici i limiti sono abbastanza ovvi, ossia non instaurare relazioni sessuali e/o sentimentali con terze persone, in una coppia aperta i limiti possono essere diversi per ogni relazione, ad esempio c’è chi vuole sapere con chi ha dei rapporti il partner e chi, invece, preferisce non saperlo.

Ma una volta definite queste regole, i partner, sebbene in una relazione aperta, devono rispettarle, per non ferire l’altro, per non tradirlo. Come spiega Tammy Nelson, “a volte il tradimento in una relazione aperta può essere semplice come uscire per un caffè con un nuovo partner che è off limits, o con un ex”, o comunque con una persona che il partner non approva.

Tradire è tradire”, come semplifica la terapista sessuale Jamie Schenk DeWitt. “Chi tradisce, per definizione, non rispetta le regole che sono state stabilite e concordate”.

Inoltre, non sempre entrambi i partner sono d’accordo sull’avere una relazione aperta. Quindi potrebbe anche accadere che uno dei due accetta solo per non perdere l’altro, che di fatto, anche inconsapevolmente, incontrando persone diverse, sta tradendo il sentimento di chi ha accanto. Bisogna quindi assicurarsi, sempre, molto attentamente, che la volontà di essere liberi sia uguale da entrambe le parti.

Le relazioni aperte richiedono impegno”, afferma Zachary Zane, autore di Boyslut: A Memoir and Manifesto ed esperto di sesso per P.S. Condoms. “Per molti è più facile tradire e mentire”.

Così come nei rapporti monogami, anche in quelli non-monogami si tradisce, banalmente, per non dire la verità al partner, per non affrontare problemi o emozioni che possono avere un impatto negativo sulla stabilità della coppia. Si preferisce, quindi, evitare il confronto con il partner, senza rinunciare, però, a soddisfare i propri bisogni o voglie, egoisticamente.

C’è poi chi, semplicemente, tradisce perché non può rinunciare al piacere del proibito, che trova eccitante e intrigante.

In ogni caso, ciò che è sempre importante, se si sospetta di essere traditi, è ricercare la verità, rivolgendosi a dei professionisti, come gli investigatori privati autorizzati.

Gli investigatori privati effettuano delle indagini per verificare la fedeltà del partner, sia sul campo, utilizzando la tecnica del pedinamento e dell’appostamento, per la raccolta delle prove concrete e incontestabili del tradimento, sia attività di Web Intelligence OSINT/SOCMINT per la raccolta di prove online, soprattutto dai social network, che spesso forniscono prove e indizi molto utili ai fini dell’intera indagine.

Ogni attività di indagine viene studiata insieme al cliente in fase di consulenza, per poter ottenere le prove utili nei tempi e nelle modalità più adatti alla specifica situazione ed esigenza.

Come possono intervenire gli investigatori privati, in questi casi?

  • Attività di monitoraggio e di pedinamento del partner infedele;
  • Attività di Web Intelligence OSINT e SOCMINT per la raccolta di elementi di prova dal web: è spesso lo stesso partner infedele a pubblicare online prove delle sue condotte disoneste.


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONE PER INFEDELTÀ CONIUGALE

Chiamaci