ITALIANOINGLESE

Notizie
TIMBRAVA AL RIENTRO DALLA PAUSA PRANZO: LICENZIATO

Autore / Fonte:
TIMBRAVA AL RIENTRO DALLA PAUSA PRANZO: LICENZIATO
Un dipendente di un'azienda pubblica è stato licenziato in tronco per aver fatto delle pause non previste; utilizzando in maniera scorretta la timbratura del cartellino.
Il dipendente per usufruire di una pausa pranzo, in orari differenti da quelli stabiliti, non timbrava all'uscita ma al rientro (simulando l'uscita) per poi ri-timbrare nuovamente (simulando il rientro). Questo consentiva al dipendente di risultare a lavoro quando in relatà era fuori.
Con il licenziamento il datore di lavoro ha altresì richiesto la restituzione di 6 mesi di stipendio.
Il dipendente, presunto infedele, ha proposto avverso il licenziamento ricorso dinnanzi il Tribunale del lavoro.
Ricordiamo che è previsto il licenziamento in tronco in presenza di una giusta causa ovvero di un evento grave che non consenta la prosecuzione del rapporto di lavoro.
In questo caso, quindi, il datore di lavoro può procedere a licenziare immediatamente il lavoratore senza dover comunicare alcun periodo di preavviso, al tempo stesso il lavoratore non percepirà nemmeno la relativa indennità sostitutiva del preavviso.
Al fine di verificare tali comportamneti gravi, da parte del dipendente, è possibile procedere con un'indagine avente ad oggetto l'infedeltà aziendale.
All'esito le prove raccolte dagli investigatori potranno essere utilizzate in giudizio.

foto: Foto Michael4Wien
fonte : Verità


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONI PER INFEDELTA' SOCI E DIPENDENTI