ITALIANOINGLESE

Notizie
QUANTO VALE LA REPUTAZIONE AZIENDALE?

Autore / Fonte:
QUANTO VALE LA REPUTAZIONE AZIENDALE? La corporate reputation ha un impatto determinante sul business di una azienda, secondo una ricerca condotta da Weber Shandwick.
I manager di tutto il mondo attribuiscono, in media, il 63% del valore di mercato dell’azienda alla reputazione.
 
The State of Corporate Reputation in 2020: Everything Matters Now” è una ricerca che coinvolge 2.227 dirigenti di società di grandi dimensioni, che operano in 22 mercati differenti.
La ricerca non ha preso in esame solo la reputazione, ma anche la cultura, l’attivismo dei dipendenti, le crisi e i rischi.
 
Le società, infatti, devono considerare un ampio raggio di fattori: dalla qualità dei dipendenti e dei prodotti alla performance finanziaria e alla cultura aziendale. Tutto contribuisce alla costruzione della reputation.
 
Molte delle crisi reputazionali sono state considerate, dal 76% dei dirigenti presi in esame, “autoinflitte”, perché prevedibili.
9 dirigenti su 10 affermano che la reputation dell’azienda è importante per il Consiglio di amministrazione; circa la metà (il 52%) ha afferma che è molto importante, e che il 71% del top management della propria azienda misura o monitora la reputazione della propria organizzazione.
 
Mantenere una reputazione solida, sia all’interno che all’esterno dell’azienda, deve essere una priorità assoluta.
Per tenere sempre monitorato il profilo reputazionale aziendale è utile effettuare delle indagini preventive per verificare l’affidabilità dei soci e dei dipendenti, per tutelare il patrimonio aziendale e per arginare la concorrenza sleale.
L’indagine reputazionale consiste nell’attività di investigazione e business intelligence finalizzata a verificare il profilo  reputazionale delle società d’interesse e dei soggetti rilevanti (amministratore, soci, ecc.). L’indagine avrà ad oggetto:
  • Informazioni ufficiali ed ufficiose sul conto delle società, sui proprietari delle stesse, sui dirigenti, su legami con la politica e con la criminalità, su conflitti di interessi;
  • eventuali procedimenti, sanzioni e contenziosi ed ogni altro rischio e problema relativo alla società, e alla corporate governance;
  • responsabilità per reati ambientali;
  • responsabilità per data breach per perdita, distruzione o diffusione indebita dei dati trattati;
  • analisi di quanto riportato sui mezzi di informazione, sia tradizionali che online, sui social media, blog al fine di individuare informazioni negative o che possono suggerire futuri possibili rischi.
 
 
Fonte primaonline.it
 


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONI REPUTAZIONALI