ITALIANOINGLESE

Notizie
LICENZIATO PER UN TWEET.

Autore / Fonte:
LICENZIATO PER UN TWEET.
È recente il caso di un dipendente licenziato per aver postato su Twitter un post contro la compagnia aerea per la quale lavorava.
Infatti questo tweet di manifesto disprezzo andando ben oltre il diritto di critica, legittimo, si mostrava lesivo dell’immagine aziendale.
A nulla è valso il ricorso in tribunale del dipendente, il cui licenziamento è stato confermato dalla sentenza 62/2018 del 20 febbraio 2018 emessa dal tribunale di Busto Arsizio. Il licenziamento secondo il giudice è legittimo perché il dipendente, ledendo l’immagine aziendale, ha rotto il vincolo fiduciario alla base del rapporto di lavoro.
Hai il sospetto che un tuo dipendente stia ledendo l’immagine della tua azienda?
Rivolgiti a FIRSTNet, agenzia investigativa milanese tutta al femminile.
FIRSTNet, attraverso attività investigative di web intelligence, verificherà la presenta di eventuali post, pubblicati dal dipendente sospettato di diffamazione, lesivi dell’immagine aziendale.
Chiama FIRSTNet per una consulenza e tutela il patrimonio della tua azienda! 0237904022.

*Fonte: http://www.corriere.it


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su WEB INTELLIGENCE