ITALIANOINGLESE

Notizie
LICENZIABILE IL DIPENDENTE TRUFFATORE

Autore / Fonte:
LICENZIABILE IL DIPENDENTE TRUFFATORE
Secondo la Corte di Cassazione, il licenziamento del dipendente inattivo, ovvero del dipendente che fa finta di lavorare, è possibile a patto che si dimostri la condotta “grave”, continuata e sistematica, del lavoratore volta a prendere in giro il proprio datore di lavoro, andando a ledere quel rapporto di fiducia sul quale il contratto lavorativo di basa. Se poi lo stesso lavoratore escogita stratagemmi, giuridicamente definiti come artifici e raggiri, per ingannare il datore di lavoro e in questo modo evitare di essere controllato può essere denunciabile per truffa (Cass. Sent. N. 14383/2000): degli esempi possono essere farsi timbrare il badge da colleghi quando non si è fisicamente presenti sul posto di lavoro, o svolgere altre mansioni durate l’orario lavorativo, che siano attività personali parallelamente gestite o di lavoro per aziende terze, come anche il caso di dipendenti mandati in trasferta dall’azienda per lo svolgimento di determinate attività, che al contrario utilizzano il tempo e i mezzi, come l’auto aziendale, per svolgere attività personali, facendosi oltretutto rimborsare le spese.
A conseguenza di ciò, diviene legittimo incaricare degli investigatori privati per verificare i comportamenti, al di fuori del contesto aziendale, di quei dipendenti sui quali ricadono  dubbi: le agenzie investigative attraverso attività di monitoraggio dei dipendenti, costituite da pedinamenti veri e propri, vanno ad accertare le effettive attività svolte dai dipendenti nell’orario lavorativo, smascherando i dipendenti inattivi e quelli truffatori, con la possibilità di verificare anche eventuali situazioni di concorrenza sleale che possono insorgere.
Se hai il dubbio che un tuo dipendente stia assumendo un comportamento illecito di tale genere, contatta FIRSTNet: grazie al suo team di operatori con esperienza pluriennale e la sua professionalità saprà risolvere il tuo problema!


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su MONITORAGGIO DIPENDENTI