ITALIANOINGLESE

Notizie
Le agenzie investigative supportano le aziende pubbliche contro gli assenteisti 

Autore / Fonte:
Le agenzie investigative supportano le aziende pubbliche contro gli assenteisti 
Scarso rendimento, malattie e permessi retribuiti frequenti ed in prossimità di ponti, feste e weekend sono stati i campanelli d’allarme di un’azienda di trasporti urbani, che si è rivolta ad un’agenzia investigativa per risolvere il problema dell’assenteismo e migliorare la qualità del servizio.
Li hanno trovati a giocare con i videopoker, a svolgere altri lavori, li hanno scoperti mentre imboccavano contromano strade con i mezzi di servizio o vendevano titoli di viaggio a bordo di un mezzo «intascando però il corrispettivo senza versarlo all’azienda».  E alla fine sono arrivate le punizioni: una pioggia di provvedimenti disciplinari in cinque mesi, quattro licenziamenti.
Rivolgersi ad un’agenzia investigativa per accertare eventuali casi di assenteismo, simulazione di malattia o uso distorto di permessi retribuiti, è un investimento che, in questo periodo di spending review, permette alle aziende pubbliche e private non solo di ottimizzare i costi, ma anche di ristabilire l’equilibrio aziendale.
Un dipendente assenteista, infatti, non provoca soltanto un danno economico (lavoro straordinario degli altri dipendenti, eventuali costi di assistenza sostitutiva, possibile perdita di affare), ma anche problemi legati all’umore degli altri dipendenti (demotivazione, carenza di disciplina, ecc) e all’insoddisfazione da parte dei clienti con conseguente danno di immagine.
Per risolvere il problema ed essere sicuri di non violare la privacy del lavoratore, è importante dimostrare non solo l’abuso ma anche la sua continuità.
Perché è proprio il perpetrarsi della violazione che comporta la grave negazione dell’elemento fiduciario tra il lavoratore ed il suo datore di lavoro e, di conseguenza, la giusta causa di licenziamento.


Richiedi informazioni su Le agenzie investigative supportano le aziende pubbliche contro gli assenteisti