ITALIANOINGLESE

Notizie
LA TESTIMONIANZA DIRETTA DEL DETECTIVE. UNICA PROVA VALIDA.

Autore / Fonte:
LA TESTIMONIANZA DIRETTA DEL DETECTIVE. UNICA PROVA VALIDA. E’ sempre più diffuso il ricorso alle agenzie investigative private, soprattutto in cause che interessano il Diritto del Lavoro e il Diritto di Famiglia.
Ad esempio si pensi al ruolo decisivo dei pedinamenti volti a verificare l’uso corretto dei permessi per assistere il familiare disabile - ai sensi della Legge 104 - oppure a quello, altrettanto decisivo, dei monitoraggi volti a scovare eventuali tradimenti nell’ambito delle cause di separazione.
Al termine delle attività di indagine, l’agenzia investigativa privata fornirà al proprio cliente che ha conferito il mandato un report contenente tutte le informazioni raccolte; report arricchito da foto e video.
E’ bene quindi fare chiarezza su che cosa il cliente potrà produrre in giudizio a suo favore.
Il report prodotto dalle agenzie investigative potrà avere valore di vera prova solo se confermato dal detective che ha visto, con i propri occhi, quanto riportato poi nei report.  
Quindi valore probatorio è riconosciuto senz’altro testimonianza del detective, purché questa testimonianza sia diretta. Quindi il detective dovrà riferire fatti visti di persona, con i propri occhi. Infatti le testimonianze indirette, de relato, non hanno valore di prova.
Infine le riproduzioni meccaniche, foto e video, hanno valore di prova documentale solo ed esclusivamente se non contestate dalla controparte; contestazione che non deve limitarsi ad essere generica, piuttosto fondata su convincenti motivazioni.
Cass. Sent. N. 8070/del 21.04.16


Richiedi informazioni su LA TESTIMONIANZA DIRETTA DEL DETECTIVE. UNICA PROVA VALIDA.