ITALIANOINGLESE

Notizie
Italia: il Paese degli assenteisti.

Autore / Fonte:
Italia: il Paese degli assenteisti. L’assenteismo è una piaga che purtroppo attanaglia il nostro Paese.
Basti pensare ai casi più recenti. Anzitutto il caso dell’Amtab, l’agenzia dei trasporti pubblici di Bari, che ha agito con provvedimenti disciplinari e licenziamenti contro i dipendenti assenteisti e/o dallo scarso rendimento lavorativo. Interventi dello stesso tipo si sono avuti contro i furbetti del cartellino del Comune di San Remo e contro gli impiegati assenteisti del Museo di Arti Popolari di Roma, che marcavano la presenza e poi lasciavano il lavoro.
Per arginare questo problema, mercoledì 20 gennaio 2016, il Consiglio Dei Ministri ha approvato 11 decreti attuativi della Pubblica Amministrazione,che sanciranno la possibilità di far scattare i seguenti provvedimenti:
  • immediata sospensione cautelare – accompagnata dall’interruzione del pagamento dello stipendio – del dipendente assenteista (e di quanti favoriscono tale frode con condotte attive e/o omissive), che potrà anche essere accusato di falsa attestazione della presenza in servizio [in relazione non solamente alla totale assenza dal servizio, ma anche alle porzioni di orario  di lavoro nell’arco della giornata lavorativa];
  • contraddittorio entro 48 ore da quando viene accertata la falsa attestazione della presenza in servizio;
  • contestuale avvio del procedimento disciplinare che dovrà concludersi entro 30 giorni;
  • esame da parte della Corte dei Conti dell’eventuale danno erariale[l’assenteista potrà essere denunciato penalmente per danno all’immagine nel confronti della Pa e se condannato dai magistrati dovrà corrispondere all’erario minimo sei mensilità di stipendio, oltre agli interessi e alle spese di giustizia].
Oltre a ciò, va sottolineato che queste misure non sono opzionali, ildirigente sarà infatti obbligato a prendere questi provvedimenti, pena il suo stesso licenziamento [inoltre la bozza del Dlgs definisce l’inerzia del capo struttura “omissione di atti di ufficio”, comportamento perseguibile penalmente]. Per evitare un rischio di tale gravosità, sarà opportuno che il dirigente si avvalga, nell’esplicazione dell’attività di controllo e di monitoraggio, di agenzie di investigazione, che condurranno indagini per verificare sia le reali cause dell’assenza del personale (indagini assenteismo) sia la correttezza dei dipendenti che fruiscono dei permessi retribuiti (indagini per uso scorretto permessi di lavoro retribuiti L. 104/1992). Del resto la bozza di Dlgs conferma che l’accertamento della falsa presenza in ufficio può avvenire in flagranza o mediante strumenti di sorveglianza e registrazione di accessi e presenze.
 
 


Richiedi informazioni su Italia: il Paese degli assenteisti.