ITALIANOINGLESE

Notizie
INFEDELTÀ DEL PARTNER: CHI SI RIVOLGE AGLI INVESTIGATORI PRIVATI?

Autore / Fonte:
INFEDELTÀ DEL PARTNER: CHI SI RIVOLGE AGLI INVESTIGATORI PRIVATI?

In questi giorni la stampa (e non solo le testate di gossip) sta parlando molto della vicenda di Shakira e del tradimento che ha subito da parte del compagno Gerard Piqué, calciatore del Barcellona al quale la cantante colombiana era legata da 11 anni e con il quale ha dato alla luce due figli.

In particolare ad incuriosire è stata la modalità con la quale Shakira ha scoperto il tradimento: ha assoldato un investigatore privato perché pedinasse il compagno. Insospettita da alcuni atteggiamenti del partner, nell’ultimo periodo, ha pensato che vi fosse un’altra donna.

Il detective ha pedinato per alcuni giorni il calciatore, scoprendo così che l’uomo intratteneva una relazione parallela con una ragazza di circa venti anni, cameriera in un locale serale di Barcellona, dove era avvenuto il primo di una serie di incontri. Il calciatore avrebbe detto alla giovane fiamma che lei è la sua “first lady”.

Ovviamente tutto il materiale raccolto dagli investigatori privati incaricati non potrà essere in alcun modo diffuso, poiché gli investigatori privati agiscono nella massima discrezione e nel rispetto delle normative sulla privacy: solo Shakira, e dunque la mandante dell’indagine, potrà vederlo ed utilizzarlo, se necessario, in Tribunale.

Dopo che la notizia della relazione clandestina è venuta alla luce, molte altre donne hanno dichiarato di essere state contattate online dal calciatore. Non solo tradimenti fisici, dunque, ma anche virtuali.

Gli investigatori privati, adeguandosi ai tempi, hanno affinato le loro tecniche, effettuando non solo attività sul campo, come il pedinamento e l’appostamento, fondamentali per la raccolta delle prove concrete e incontestabili del tradimento, ma anche attività di Web Intelligence OSINT/SOCMINT per la raccolta di prove online, soprattutto dai social network, che spesso forniscono prove e indizi molto utili ai fini dell’intera indagine.

Come è ovvio, tutti possono rivolgersi ad un investigatore privato, se si sospetta un tradimento, anche i vip, per la tutela dei loro diritti.

Non vi è un cliente tipo, perché l’infedeltà può riguardare chiunque, a prescindere dall’età, dall’area geografica, dalla professione svolta.

Sicuramente, statisticamente, le persone che maggiormente chiedono l’intervento degli investigatori privati hanno un’età che va dai 30 ai 55 anni, e spesso si tratta di compagni e/o coniugi di professionisti. Donne e uomini in egual misura.

Soprattutto in Italia, infatti, i partner tradiscono molto con i colleghi di lavoro: medici, infermieri, titolari e/o dipendenti di studi professionali, dirigenti e/o dipendenti di uffici pubblici e banche. L’Italia detiene in Europa il record di tradimenti sul luogo di lavoro, seguita da Germania e Francia.

I motivi per i quali ci si rivolge agli investigatori privati sono principalmente due: eliminare o confermare i dubbi in merito all’infedeltà del partner e, soprattutto nei casi di coppie sposate, per raccogliere prove dell’infedeltà da utilizzare legalmente per tutelarsi, in una eventuale causa di separazione e divorzio, ad esempio per chiedere che la separazione venga addebitata al coniuge fedifrago.

La motivazione principale per rivolgersi ad un investigatore privato, in conclusione, è scoprire il tradimento dell’altro senza rischiare di commettere errori, che in alcuni casi possono integrare dei reati, come abbiamo spiegato in un articolo consultabile cliccando qui. Poiché il tradimento riguarda la sfera privata di una persona, è molto facile incappare in degli errori, soprattutto se la ricerca viene fatta autonomamente senza rivolgersi a dei professionisti. Tutte le prove, al di là dello scopo per le quali vengono raccolte, devono essere ottenute nel massimo rispetto dell’altrui privacy.

Come possono intervenire gli investigatori privati, in questi casi?

  • Attività di monitoraggio e di pedinamento del partner infedele;
  • Attività di Web Intelligence OSINT e SOCMINT per la raccolta di elementi di prova dal web: è spesso lo stesso partner infedele a pubblicare online prove delle sue condotte disoneste;
  • Testimonianza in Tribunale, per confermare quanto riportato nel Dossier investigativo, se necessario.


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONE PER INFEDELTÀ CONIUGALE

Chiamaci