ITALIANOINGLESE

Notizie
IL CODICE PER DIMENTICARE GLI IMPRENDITORI FALLITI

Autore / Fonte:
IL CODICE PER DIMENTICARE GLI IMPRENDITORI FALLITI
Dal 1 ottobre 2016 è applicabile il Codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento dei dati personali effettuato ai fini di informazione commerciale (deliberazione del 17 settembre 2015, n. 479).
Questo codice stabilisce le regole e le tutele da adottare per i report commerciali sull’affidabilità o meno di imprenditori e manager. Con questo Codice si pone un limite, soprattutto temporale, alle informazioni che le società del settore potranno utilizzare per determinare l’affidabilità commerciale di un soggetto. Ad esempio, se si indaga su una persona fisica, si potranno inserire nel dossier le formazioni su enti e società di cui la persona fisica detiene quote di partecipazioni significative o di cui ha la titolarità di ruoli amministrativi (presidente, vice presidente del consiglio di amministrazione, consigliere o amministratore delegato, amministratore unico o socio unico di srl) e non situazioni giudicate “irrilevanti”.
Le informazioni relative ai fallimenti o procedure concorsuali si potranno mantenere per un periodo di tempo non superiore a 10 anni, dalla data di apertura della procedura del fallimento. Trascorsi 10 anni potranno essere utilizzate solo se il soggetto risulti coinvolto in una nuova procedura concorsuale o fallimentare.

Per i pregiudizievoli ed ipocatastali (importanti per determinare la solidità di un soggetto) potranno essere conservate per un lasso di tempo non superiore a 10 anni, dalla data della loro trascrizione o iscrizione, salva la loro cancellazione.
In pratica, si cerca di fissare un diritto all’oblio anche per le informazioni commerciali con la volontà di non pregiudicare a vita un imprenditore un “un po’ sfortunato”. Unico problema è quando il soggetto da sfortunato diventa reticente, come è accaduto in un recente caso di cronaca dove Luigi Simari e la moglie Marcella Andreoli, dopo aver fatto fallire diverse società, sono riusciti a farsi affidare dal Comune di Salso Maggiore due alberghi che puntualmente hanno fatto fallire (mediante una LTD a Londra che operava solo in Italia) con un debito nei confronti dei dipendenti circa 140.000 euro oltre i fornitori.

In questi casi è di fondamentale importanza ricostruire, sin dall’inizio, la vita commerciale - e non solo -  di un imprenditore con tutte le notizie relative ai soggetti a questo legati, per ragioni giuridiche o economiche. Questo è il contenuto dei dossier reputazionali commissionati alle agenzie investigative che, partendo dai dati freddi (info commerciali) poi approfonditi con le indagini mirate, riescono a dare un quadro completo sull’affidabilità o meno di un soggetto.
 


Richiedi informazioni su IL CODICE PER DIMENTICARE GLI IMPRENDITORI FALLITI

----