ITALIANOINGLESE

Notizie
I SOCIAL NETWORK ALLEATI DEGLI INVESTIGATORI PRIVATI.

Autore / Fonte:
I SOCIAL NETWORK ALLEATI DEGLI INVESTIGATORI PRIVATI. I social network stanno diventando sempre di più parte integrante della nostra vita, a tal punto che il livello di guardia nei loro confronti si è abbassato notevolmente.
Infatti è sempre maggiore il numero di persone che usa i social network, come Facebook ed Instagram, senza impostare la privacy. Così i loro profili restano pubblici e visibili anche a coloro che, nel caso di Facebook, non siano stati accettati nella rete di amici o, nel caso di Instagram, non siano stati autorizzati a seguire un profilo.
Peccare così di leggerezza può avere conseguenze anche molto gravi, infatti in caso di separazione e divorzio gli avvocati riescono ad attingere facilmente da tali social network prove che in giudizio possono rivelarsi decisive.
Basti pensare a selfie in luoghi dove non si dovrebbe stare, a foto di gruppo con persone delle quali non si dovrebbe essere in compagnia, ma addirittura a like e condivisioni da parte di un amico o follower per così dire troppo insistente.
In tal modo si scoprono tradimenti, bugie che rivelano una cattiva condotta nei confronti dei figli e si raccolgono indizi che contribuiscono a determinare il tenore di vita dell’ex coniuge.
Indizi e prove di questo tipo potrebbero avere un impatto ancor più decisivo in giudizio se accompagnate delle attività investigative professionali condotte da agenti investigativi privati, dotati di strumentazioni e tecnologie avanzate, nonché di una lunga esperienza.
Così, oltre a print-screen, si potranno avere foto scattate in prima persona dal detective, video da lui filmati, cioè vere e proprie prove riconosciute dal codice civile e spendibili in giudizio come la sua preziosa testimonianza diretta.


Richiedi informazioni su I SOCIAL NETWORK ALLEATI DEGLI INVESTIGATORI PRIVATI.