ITALIANOINGLESE

Notizie
FAMIGLIA SPIATA A FASANO: MICROCAMERE IN BAGNO E NELLA CAMERA DA LETTO

Autore / Fonte:
FAMIGLIA SPIATA A FASANO: MICROCAMERE IN BAGNO E NELLA CAMERA DA LETTO

Mamma, papà e figlia di sette anni hanno vissuto nella loro casa sotto l’occhio attento e continuo di due telecamere per sei mesi.

Hanno ripreso ogni attimo della loro vita, giorno e notte immortalando anche scene di intimità.

La famiglia abita a Fasano, in provincia di Brindisi, e la vicenda è ora all’attenzione della Procura che ha dato incarico ad un consulente di esaminare le caratteristiche delle due microcamere, capire se erano solo collegate in diretta con chi le aveva piazzate, una nel bagno e una nella camera da letto dei genitori, o ad un impianto di registrazione.

Accertare questi aspetti tecnici è determinante per lavorare su alcune ipotesi investigative. Se le immagini, compresi i momenti di intimità tra gli adulti, fossero state registrate, si potrebbe ipotizzare un loro uso commerciale sui siti che diffondono video per voyeur o pedopornografici, considerata la presenza di una bimba di sette anni ripresa anche quando andava in bagno.

Per i magistrati sarà importante sapere anche il raggio d’azione dei due dispositivi per restringere il perimetro nel quale cercare la sala di regia.

La scoperta delle due telecamere è stata casuale. Qualche giorno fa la donna, nel fare le pulizie di casa, si è accorta di una spia a luce rossa nell’aspiratore del bagno. Della stranezza ha informato il marito, il quale ha chiamato un tecnico che ha scovato i due apparati. L’altro era sistemato nella luce d’emergenza nella camera da letto della coppia.

Immediata la denuncia alle forze dell’ordine, con il sequestro delle telecamere, e l’avvio di un’indagine da parte dei magistrati per risalire al responsabile di aver spiato 24 ore su 24 ore la vita di queste persone.

È fondamentale ricordare che in Italia l’unico organo che può effettuare un’intercettazione in maniera legale è la Procura.

Con il tempo è aumentato l’utilizzo di microspiepiccoli registratorimicrocamere o in generale strumenti camuffati e camuffabili, difficilmente individuabili da un occhio inesperto, atti a registrare informazioni e tradurle in file video e/o file audio.

Se si ha il sospetto di essere spiati, è importante rivolgersi subito a dei professionisti, come gli investigatori privati specializzati in bonifiche elettroniche ambientali.

Gli investigatori privati hanno le giuste competenze per effettuare una ispezione visiva degli ambienti interessati, e dispongono della giusta attrezzatura: si tratta di rilevatori professionali “hi-tech” di microspie, ovvero dispositivi elettronici appositamente progettati per individuare e rilevare i segnali a radiofrequenza generati da microspie di ogni tipo: trasmettitori di segnali audio e/o video (RF, GSM, UMTS, GPRS, GPS ecc.)

Come possono intervenire gli investigatori privati, in questi casi?

  • Bonifica elettronica ambientale


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su BONIFICHE ABITAZIONI PRIVATE

Chiamaci