ITALIANOINGLESE

Notizie
È LECITO REGISTRARE L’AUDIO DI UNA CONVERSAZIONE?

Autore / Fonte:
È LECITO REGISTRARE L’AUDIO DI UNA CONVERSAZIONE?
Al giorno d’oggi è molto facile registrare l’audio di una conversazione, sia con il cellulare che con registratori occultati in oggetti di uso comune. Ma è legale farlo? La risposta è sì: è lecito registrare una conversazione, anche all’insaputa dei partecipanti ad essa. Occorre però che chi registra sia almeno fisicamente presente dove avviene il dialogo e che la presenza di esso sia percepita da tutti, anche se non partecipa alla conversazione. Chi conversa con altre persone o alla presenza di terzi infatti accetta il rischio di essere registrato da essi. Una registrazione così ottenuta diventa dunque una prova, valida in un eventuale sede di giudizio. È reato di interferenza nella vita privata, invece, lasciare in un ambiente un dispositivo atto alla registrazione audio e allontanarsi da esso, registrando all’insaputa dei frequentatori di tale ambiente. È illecito, ad esempio, impostare la funzione di registrazione audio al computer di casa per registrare ciò che dice la moglie o il marito in propria assenza.
Anche se la conversazione è stata rilevata in maniera lecita si può incorrere nel reato di trattamento illecito di dati personali qualora essa venga diffusa o pubblicata su internet: l’unico scopo lecito della registrazione è infatti la tutela di diritto, proprio o altrui, davanti a un giudice o un’autorità amministrativa.
Per evitare il rischio di incorrere in reati è dunque essenziale evitare il faidate e rivolgersi ad un’agenzia investigativa come FIRSTNet: attraverso l’esperienza e la professionalità dei propri collaboratori saprà fornirti le prove, valide in giudizio, di cui hai bisogno nel pieno rispetto della legge.
Chiama FIRSTNet al numero 02/37904022 per una consulenza gratuita e liberati dai dubbi.


Richiedi informazioni su È LECITO REGISTRARE L’AUDIO DI UNA CONVERSAZIONE?

----