ITALIANOINGLESE

Notizie
CONTROLLI A DISTANZA SUI DIPENDENTI: ACCORDI TRA AZIENDE E SINDACATI.

Autore / Fonte:
CONTROLLI A DISTANZA SUI DIPENDENTI: ACCORDI TRA AZIENDE E SINDACATI.
Sempre più aziende sottoscrivono accordi con i sindacati relativi alla possibilità di controllare a distanza i propri dipendenti mediante la tecnologia. Tali controlli possono essere impiegati <<solo per esigenze organizzative e produttive, per la sicurezza e per la tutela del patrimonio aziendale>>, come esplicitato dall’intesa tra l’imprenditore Bormioli Luigi e Filctem-Femca. Non è possibile dunque controllare a distanza la mera prestazione del lavoro di un dipendente; i controlli effettuati in tal senso, non consentiti, non potrebbero quindi neppure essere utilizzati in giudizio in una eventuale causa di licenziamento.
I controlli a distanza sono invece consentiti in caso di illecito o di sospetto di illecito. Basti pensare a casi in cui emergano ammanchi alla casa e si sospetti il verificarsi di episodi di appropriazione indebita; oppure si pensi al reato di falsa attestazione della propria presenza sul posto di lavoro, o ancora al caso di un dipendente che lavora fuori ufficio e che, anziché incontrare i clienti, si dedichi ad attività di carattere personale.
Non è inoltre possibile controllare i dipendenti attraverso gli strumenti utilizzati dai lavoratori come pc, tablet e cellulari.
Nel caso in cui si sospettino comportamenti scorretti da parte dei propri dipendenti può rivelarsi fondamentale rivolgersi ad una agenzia investigativa come FIRSTNet: attraverso mirate attività di monitoraggio saprà fornirti le prove, valide in giudizio, di eventuali illeciti e comportamenti scorretti.
Chiama il numero 02/37904022 per una consulenza gratuita.


Richiedi informazioni su CONTROLLI A DISTANZA SUI DIPENDENTI: ACCORDI TRA AZIENDE E SINDACATI.

----