ITALIANOINGLESE

Notizie
CONCORRENZA SLEALE: COME DIFENDERSI?

Autore / Fonte:
CONCORRENZA SLEALE: COME DIFENDERSI?
 I dipendenti di un’azienda, soprattutto quelli con mansioni dirigenziali, vengono a conoscenza di informazioni come processi produttivi o potenziali clienti che potrebbero essere sfruttate per fare concorrenza all’azienda stessa (il c.d. “Know-how”).
La legge prevede uno strumento di difesa nelle mani delle aziende: il patto di non concorrenza. Esso consiste, per il dipendente, nel divieto di far concorrenza al proprio datore di lavoro, sia durante il rapporto di lavoro sia al termine dello stesso. Questo patto di non concorrenza (non-compete Agreement) si concretizza in un accordo scritto tra l’azienda e il lavoratore al fine di limitare l’attività del dipendente nel periodo successivo alla cessazione del rapporto di lavoro. Tale patto può essere sottoscritto in qualsiasi momento del rapporto lavorativo e deve essere in forma scritta. Può essere stipulato con ogni categoria di lavoratori all’interno dell’azienda, dalle figure chiave come i dirigenti a coloro che hanno mansioni più generiche. Per quanto riguarda i contenuti, l’accordo deve esplicitare il limite di tempo, il tipo di attività e il territorio in cui si applica. Questa limitazione dell’attività dell’ex dipendente è compensata con un’adeguata remunerazione: i vincoli tuttavia non devono essere tali da impedire un nuovo impiego per il lavoratore. Il dipendente è dunque tenuto a rispettare tale accordo, in caso contrario l’azienda può rivolgersi ad un giudice che può emettere un’ordinanza per la cessazione dell’attività concorrente o imporre, se prevista dall’accordo il pagamento di una penale. Affinché l’esito del giudizio sia favorevole l’azienda può portare delle prove della violazione del patto di non concorrenza e per questo è essenziale rivolgersi ad una agenzia investigativa come FIRSTNet. Attraverso pedinamenti e appostamenti continuativi sarà possibile monitorare e documentare l’attività dell’ex dipendente per verificare se rispetti le condizioni del patto di non concorrenza.
Chiama il numero 02/37904022 per una consulenza gratuita.


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONI PER INFEDELTÀ DEI DIPENDENTI

----