ITALIANOINGLESE

Notizie
ASSEGNO DI MANTENIMENTO REVOCATO ALL'EX MOGLIE SE UTILIZZATO IMPROPRIAMENTE

Autore / Fonte:
ASSEGNO DI MANTENIMENTO REVOCATO ALL'EX MOGLIE SE UTILIZZATO IMPROPRIAMENTE La Cassazione, con la sentenza 12039, ha stabilito che l’assegno riconosciuto all’ex moglie, dopo il divorzio, non è finalizzato al mantenimento di uno status, ma è un sostegno al coniuge meno abbiente.
Nel caso di specie l’ex moglie aveva utilizzato l’importo versato dall’ex coniuge per acquistare un immobile di lusso (una villa con un parco).
 
I giudici precisano infatti che il criterio del tenore di vita in sede di divorzio ha «una valenza ridotta, se non nulla», mentre «la Corte d'appello ha attribuito all’assegno divorzile la finalità di ricostituzione del tenore di vita», senza considerare i criteri individuati lo scorso anno dalle Sezioni Unite, che hanno riconosciuto all'assegno funzione «assistenziale» e «in pari misura compensativa e perequativa». Questo significa, spiega la Cassazione, che nella valutazione si deve tenere contro di molti fattori: il ragionamento deve «svilupparsi prendendo le mosse dall'esistenza della disparità attuale tra i redditi e i patrimonio degli ex coniugi e proseguire nella direzione della compensazione e della perequazione delle condizioni economiche», anche «inconsiderazione del contributo fornito dal richiedente alla conduzione della vita familiare e alla formazione del patrimonio comune e personale». Ora la Corte d'appello dovrà pronunciarsi nuovamente seguendo i principi forniti dalla Suprema Corte.
#DIVORZIO #ASSEGNO #REVOCA #MANTENIMENTO


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONE PER DETERMINAZIONE ASSEGNO DI MANTENIMENTO O DIVORZILE