ITALIANOINGLESE

Notizie
ASSEGNO DI MANTENIMENTO E DIVORZILE: LE ULTIME NOVITA'.

Autore / Fonte:
ASSEGNO DI MANTENIMENTO E DIVORZILE: LE ULTIME NOVITA'.
Maggio 2017, la sentenza Lowenstein/ Grilli pronunciata dalla Suprema Corte di Cassazione segna un decisivo punto di svolta in materia di assegno divorzile e di mantenimento.
Infatti da allora il criterio per la loro determinazione non è più basato sul garantire all’ex partner il tenore di vita del quale godeva durante il matrimonio.
Questi piuttosto, da allora in poi, si dovevano versare se l’ex fosse stato impossibilitato oggettivamente ad essere autosufficiente sul piano economico.
Una recente sentenza (Cassazione civile, SS.UU., sentenza 11/07/2018 n° 18287) - che accoglie il ricorso di una donna alla quale era stato accordato dopo ben 39 anni di matrimonio solo un assegno di mantenimento “light” in sintonia con la sentenza Grilli - sembra avviare un’inversione di tendenza.
L’assegno di mantenimento avrebbe dunque oggi funzione perequativa, cioè sarebbe volto ad eliminare grandi disparità economiche fra i coniugi, e conserverebbe la sua funzione assistenziale. Questo verrebbe calcolato in modo composito, tenendo conto, oltre che delle condizioni economico-patrimoniali dei coniugi, anche del contributo personale ed economico dato durante il matrimonio e della durata dello stesso.
Temi di versare all’ex partner un assegno di mantenimento più sostanzioso di quanto sarebbe corretto?
Rivolgiti a FIRSTNet investigazioni per una consulenza.
Verificare e documentare con prove spendibili in Giudizio le disponibilità economiche/ patrimoniali e il reale stile di vita dell’ex partner sarà decisivo per tutelare i tuoi diritti.

Scarica l'allegato
Sentenza 11.07.2018 n. 18287.pdf


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su INVESTIGAZIONE PATRIMONIALE COMPLETA PERSONA FISICA