ITALIANOINGLESE

Notizie
AL CENTRO BENESSERE INVECE DI LAVORARE: MEDICO SOSPESO

Autore / Fonte:
AL CENTRO BENESSERE INVECE DI LAVORARE: MEDICO SOSPESO
L’assenteismo è il principale motivo per il quale le aziende, sia nel settore privato che in quello pubblico, si rivolgono alle agenzie investigative autorizzate. Nell’ultimo anno il fenomeno dell’assenteismo è aumentato considerevolmente, e le indagini investigative hanno il vantaggio di risolvere gli illeciti attraverso accordi stragiudiziali nel 95% dei casi, con una conseguente diminuzione delle azioni legali, che riguardano soprattutto le aziende di grandi dimensioni.
Secondo una valutazione di Confindustria, il tasso di assenteismo si è confermato crescente all’aumentare della dimensione aziendale: 7,3% in quelle con 100 e più addetti, 3,6% in quelle fino ai 15.
Gli investigatori privati incaricati concentrano le indagini sugli aspetti che costituiscono l’illecito, attraverso attività di pedinamento, monitoraggio ed OSINT, raccogliendo le prove all’interno di un dossier dettagliato e producendo foto e video. Tutto il materiale ha valore probatorio in sede di giudizio.
Un recente caso eclatante di assenteismo riguarda un medico impiegato all’ospedale di Asiago, al quale vengono attribuiti ben 70 episodi di assenteismo. Il medico, infatti, dal 2017 al 2020, sebbene risultasse in servizio dalla documentazione raccolta, in realtà era solito allontanarsi dal suo posto di lavoro per andare in un centro benessere di Asiago.
Dopo alcune ore di assenza ingiustificata, quindi, il medico rientrava in servizio, timbrando il badge come se non si fosse mai allontanato. Nell’arco di tempo considerato, il medico ha sottratto al servizio sanitario ben 194 ore.
Visto l’esito delle indagini, la Guardia di Finanza ha applicato, come misura cautelare, il divieto di dimora, per il medico, nel territorio del Comune di Asiago, la sospensione dell’esercizio del pubblico ufficio di medico nella Ulss 7 Pedemontana e il sequestro di 6707 euro.
L’attività di indagine era cominciata a seguito delle numerose segnalazioni sui comportamenti del medico durante le ore di servizio in ambulatorio e in sala operatoria, nel reparto di chirurgia dell’ospedale di Asiago.
Rivolgersi agli investigatori privati è importante anche perché funge da deterrente, scongiurato episodi di emulazione e l’abitudine di assentarsi in maniera ingiustificata. Il datore di lavoro, il dirigente e le figure dirigenziali in genere non verranno più considerati “spettatoripassivi dell’assenteismo, ma parte attiva nella tutela del patrimonio, della reputazione e della qualità della propria azienda.
Ricordiamo inoltre che la Cassazione ha più volte precisato che l’art. 2 dello Statuto dei lavoratori non preclude all’azienda di chiedere l’intervento dell’agenzia investigativa, perché l’attività di indagine svolta non sconfina nella vigilanza della mera attività lavorativa.
I Controlli difensivi per mezzo di investigatori privati permettono di esercitare il diritto del datore di lavoro di tutelare la propria azienda, in quanto strumenti connessi all’esercizio dei poteri derivanti dalla sua supremazia sulla struttura aziendale, ed hanno inoltre lo scopo di tutelare la sicurezza e la salute degli stessi lavoratori.


Servizi associati a questa notizia

Richiedi informazioni su SMART WORKING E CONTROLLI DIFENSIVI

----