ITALIANOINGLESE

Notizie
Agenzia Investigativa verifica l'uso improprio del permesso Legge 104/92 e scatta il licenziamento per giusta causa

Autore / Fonte:
Agenzia Investigativa verifica l'uso improprio del permesso Legge 104/92 e scatta il licenziamento per giusta causa
La Corte d’Appello di Bari ha confermato che il dipendente che, utilizzando impropriamente il permesso L. n. 104/92, art. 33, si allontana dalle persone da lui assistite è soggetto al licenziamento per giusta causa. 
Nel caso di specie ad un dipendente veniva irrogato il licenziamento per giusta causa per aver usufruito dei permessi richiesti e concessi ai sensi dell’articolo 33, comma 3 legge 104/92, in coincidenza con i turni di lavoro, in violazione dei requisiti previsti dalla normativa vigente, mancando il presupposto dell’assistenza, anche in via continuativa, ed in assenza dei soggetti destinatari della stessa.

La Corte di Appello di Bari - Sezione Lavoro nella sentenza n. 2862 del 2014, nel confermare il licenziamento per giusta causa del dipendente che, durante alcune giornate di permesso concesse ai sensi dell’articolo 33 della legge n. 104/1992 e, in particolare durante i turni di lavoro che avrebbe dovuto svolgere, si allontanava dalle persone da lui assistite per svolgere attività esclusivamente personali, ha espressamente richiamato l’orientamento giurisprudenziale della Suprema Corte, la quale ha stabilito che gli accertamenti investigativi effettuati per la tutela del patrimonio aziendale (art. 2 L. n. 300 del 1970) da parte di un’agenzia investigativa, incaricata dal datore di lavoro, sono leciti quando destinati a verificare gli atti illeciti compiuti dal lavoratore, non riconducibili al mero inadempimento dell’obbligazione. (cfr. S.C., sentenza n. 4984 del 4 marzo 2014 e Cass. 7 giugno 2003, n. 9167).

Scarica l'allegato
sentenza-tribunale.pdf


Richiedi informazioni su Agenzia Investigativa verifica l'uso improprio del permesso Legge 104/92 e scatta il licenziamento per giusta causa

----