ITALIANOINGLESE

Notizie
Il Fisco «pulisce» l'Anagrafe tributaria

Autore / Fonte:
Il Fisco «pulisce» l'Anagrafe tributaria
Il Fisco punta a "ripulire" l'Anagrafe tributaria. Meno duplicazioni e più qualità dei dati disponibili. E allo stesso tempo si studia una sorta di raggruppamento delle informazioni attraverso un progetto di «Vista unica del contribuente» utilizzabile sia dall'amministrazione e sia in futuro dagli stessi cittadini per controllare la propria posizione. Sono le indicazioni arrivate ieri dal direttore dell'agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, nell'audizione davanti alla commissione bicamerale di vigilanza sull'Anagrafe tributaria.
Una ricetta che suona come una risposta ai problemi sollevati alla fine della scorsa legislatura dalla precedente commissione di vigilanza, soprattutto in relazione al proliferare delle richieste di informazioni e alla difficoltà di incrociarle perché spesso disallineate. Nel documento conclusivo dell'indagine svolta i parlamentari avevano segnalato come attualmente le banche dati disponibili da tutti gli organismi dell'amministrazione sono 128 (si veda Il Sole 24 Ore del 24 dicembre 2012). Orlandi ha citato gli obiettivi da raggiungere per evitare duplicazioni e sovrapposizioni anche nei confronti di soggetti e categorie chiamate all'invio delle comunicazioni al Fisco. Nell'audizione, il neodirettore delle Entrate ha presentato il progetto di Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr) che costituirà una sorta di base comune a tutte le pubbliche amministrazioni. 
 
 
Le tappe per la precompilata 
Un'operazione di "ripulitura" che viaggia in parallelo con il debutto della dichiarazione precompilata per la quale arriveranno le certificazioni dei redditi dai sostituti d'imposta e i dati su alcune spese che danno diritto a detrazioni e deduzioni. E proprio in vista del 730 a domicilio Agenzia e Sogei hanno definito un calendario serrato: entro ottobre saranno pronti i tracciati telematici che banche, assicurazioni e enti previdenziali dovranno utilizzare per trasmettere alle Entrate i dati su oneri detraibili e deducibili; entro novembre saranno definiti modello 730/2015 e modello di certificazione unica 2015 con relative istruzioni; entro i primi mesi del 2015 Sogei predisporrà i software per certificazioni dei sostituti d'imposta e dichiarazioni precompilate a dipendenti e pensionati, sostituti d'imposta e intermediari (Caf e professionisti). Orlandi ha ribadito che «eventuali interventi normativi di fine anno con effetti sul 2014 rischiano di compromettere il buon esito dell'intero progetto».

Sommerso e contanti 
Oltre a questo, l'obiettivo di fondo è quello di aggredire la cifra «precoccupante» dell'economia sommersa in Italia che vale tra il 16,3% e il 17,5% del Pil, ossia tra i 255 e i 275 miliardi. Una delle strade per farlo è un maggior impulso alla tracciabilità dei pagamenti. «I tempi sono maturi - ha sottolineato il direttore - per l'utilizzo della moneta elettronica. La strumentazione a disposizione per l'estensione totale dei pagamenti elettronici a tutte le transazioni commerciali è già disponibile e in fase di grande diffusione sul mercato». Tuttavia il contante nel nostro Paese rappresenta ancora l'82% del numero e il 67% del valore totale delle transazioni. Tutto ciò ha anche un costo stimato in «4 miliardi l'anno per il settore bancario - ha detto Orlandi - e in 8 miliardi di euro per il sistema Paese».

Il ruolo dei Comuni 
Un'altra leva su cui puntare nel contrasto al sommerso è l'alleanza con gli enti locali. Dal febbraio del 2009 allo scorso agosto - ha segnalato il direttore - sono state trasmesse all'agenzia delle Entrate più di 66mila segnalazioni da oltre 900 Comuni. Di queste circa 12mila sono state trasfuse in atti di contestazione con 226 milioni di maggior imposta accertata. Ogni segnalazione ha mediamente consentito di accertare più di 19mila euro di maggiori imposte. E quasi la metà delle segnalazioni ha riguardato fenomeni di evasione relativi agli immobili.

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2014-09-25/il-fisco-pulisce-anagrafe-tributaria--191553.shtml?uuid=ABjlvDxB


Richiedi informazioni su Il Fisco «pulisce» l'Anagrafe tributaria